Come controllare la propria casa con una Telecamera e Pc

0
92

Una delle cose che più apprezzano i consumatori a proposito di Internet è la capacità che da’ questo mezzo di controllare da remoto degli elettrodomestici, di farli funzionare, spegnere, accendere o di manovrarli. E’ veramente incredibile avere in pugno la situazione anche se magari siamo a distanza di migliaia di chilometri. In quest’ottica sono nate le Camere Ip, telecamere di video sorveglianza che, connettendosi alla rete, tengono sotto controllo una zona ed avvisano il proprietario via Internet se ci sono delle cose che non vanno.

Molte marche producono queste telecamere di sicurezza con prezzi che partono da 50 euro ma che arrivano a sfiorare anche i 1000 euro per modelli di fascia alta. Brand come Logitech, Dlink, Edimax producono telecamere low cost, Axis e Foscam già propongono prodotti di qualità superiore.

Come funzionano le telecamere a distanza con controllo via Internet.

Prima di procedere dobbiamo prima porci delle domande.

-Di quante telecamere ho bisogno?
-Mi devo concentrare su una camera sola o devo tenere d’occhio diverse parti della casa?
-Devo monitorare l’attività all’aperto e al coperto?

Se vogliamo controllare una stanza abbiamo bisogno solo di una camera, diversamente il loro numero aumenta.

Le telecamere di sicurezza sono cablate o wireless. Le prime potrebbero essere più complicate installare con il rischio di dover fare delle tracce nel muro oppure utilizzare delle canaline , tuttavia offrono dei margini di sicurezza maggiori, dato che il loro segnale viaggia su filo e non puo’ essere “intercettato”.

Le Telecamere wireless hanno una maggiore flessibilità, ma le trasmissioni provenienti da altri dispositivi quali Internet wireless, telefoni cordless e baby monitor – possono dar fastidio al loro segnale. Inoltre i malintenzionati potrebbero intercettare il segnale.

Dove installarle

Qualcuno vuole che si vedano, ciò come deterrente per i ladri, altri vogliono renderle invisibili per contare sull’ effetto sorpresa. Ad esempio la serie F di Axis si nasconde dappertutto.

Mettiamo dunque che abbiamo bisogno di una sola telecamera per una singola area. Se è all’aperto sinceriamoci che il prodotto da noi scelto abbia un alto grado di protezione IP contro pioggia e vento, IP 66 già va bene. Se lavorerà in notturna deve avere i led per illuminare la zona. Controlliamo a quanti Lux lavora. Minore è questo numero maggiore sarà la sua capacità di essere utilizzata con poca luce.

Il sensore di movimento deve essere presente sulla camera se vogliamo che ci avverta solo in presenza di un essere umano. Si chiamano PIR, passive infrared e sono sensori che riescono a leggere a distanza la temperatura di un corpo umano distinguendola da un animale. Quando accade ciò viene inviato un alert sotto forma di mail oppure messaggio sull’ applicazione proprietaria.

Queste telecamere hanno tutte infatti la loro applicazione per Apple Ios e Android per il controllo via remoto, per vedere i video in tempo reale e anche per l’ascolto. Sono infatti anche dotate di microfono.

I modelli più avanzati hanno anche il motore e la possibilità di utilizzare lo zoom da remoto. Possiamo quindi muoverle via Internet e fare degli ingrandimenti su delle parti della casa che non ci hanno convinto.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here