Come Installare un Antifurto per la casa da soli ed i Componenti Necessari

0
83

Tornare a casa e vedersela svaligiata dai ladri con tutte le nostre cose sparse è una cosa che non auguriamo a nessuno. Peggio ancora trovarsi di fronte i ladri che non si sa come, sono riusciti a penetrare nella nostra proprietà. E’ per questo motivo che è importante dotarsi di un sistema di antifurto per la nostra casa o negozio. In commercio negli ultimi anni si trovano dei prodotti venduti in kit che possono essere installati da soli.

Le parti principali con cui è composto un allarme che prevenga l’intrusione di malintenzionati sono: centrale, rilevatori e sirena. Vediamoli da vicino e cerchiamo di capirne il loro funzionamento.

La centrale è la parte principale del sistema. Si installa solitamente vicino l’entrata principale della casa, all’ interno. Da qui comandiamo tutto il sistema. Possiamo ovviamente attivare e disattivare l’allarme, scegliere quali parti della casa rendere sotto il controllo dell ‘allarme, inserire dei codici personalizzati a seconda dell’ accesso ed impostare anche le password. La centrale comunica con gli altri componenti in due maniere: con un impianto filare oppure in maniera wireless. In quest’ ultimo caso viene utilizzata una doppia frequenza di collegamento per rafforzare la sicurezza in caso di tentativi di intrusione.

La centrale spesso è dotata di commutatore telefonico, una schedina molto importante. Serve per comunicare tramite linea fissa o Gsm con il proprietario di casa in caso di intrusione. In pratica si registra un messaggio con la stessa centrale che verrà inviato a Forze dell’ ordine o ad altri numeri preimpostati quando scatta l’allarme. Via tastiera del telefono possiamo poi decidere se disattivare l’allarme.

I sensori sono utilizzati per rilevare il movimento all’interno della zona controllata. Possono essere a raggi infrarossi, PIR, oppure in doppia tecnologia (Pir + microonde). In pratica si accorgono della variazione di calore ed inviano un allarme alla centrale. Riescono ad essere anche immuni ai falsi allarmi dovuti al passaggio di eventuali animali domestici.

La Sirena, installata esternamente, emette un suono molto forte per far scappare i ladri ed allertare i vicini. La parte visiva serve per far individuare la casa colpita dai ladri alle forze dell’ ordine.

Come detto questi sistemi di antifurto possono essere installati da soli oppure tramite tecnici professionisti. Si parte da circa 400 euro per un kit di media qualità fino ad arrivare a 1500-2000 euro per un’installazione completa. Parliamo di centrale + sirena e almeno 3 o 4 sensori, anche esterni.

 

Un impianto di allarme i più integrare anche con uno di videosorveglianza. Le telecamere al giorno d’oggi costano veramente poco. Con meno di 100 euro si comprano prodotti di qualità Le camere Ip si connettono ad Internet tramite il proprio router di casa. Sono spesso dotate di sensore di movimento che, in caso di presenza di essere umano, fa inviare loro un alert al proprietario. Questo alert può essere rappresentato da una mail, messaggio what’s up, sms oppure utilizzato su applicazione propria comandabile da dispositivi Android o Apple Ios.

Le marche più famose di kit antifurto sono Progesty, Logisty, Diagral, Daitem, Risco mentre per le telecamere andate sul sicuro con Foscam ed Axis.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here