Coronavirus e SEO. Perchè devi investire ora.

0
148
SEO

La maggior parte delle aziende in questo momento sono state chiuse o lavorano in smart working se non quelle ritenute strategiche. Perché allora investire nella SEO? Lo vediamo con questo articolo.

Cos’è la SEO

La SEO (Search Engine Optimization) è quell’insieme di tecniche e accorgimenti che permette di acquisire maggiore visibilità nelle ricerche di Google.

Quando cerchiamo qualcosa all’interno del motore di ricerca, poniamo una domanda e Google in base alla sua “conoscenza” dei siti web realizza in meno di un secondo una lista di pagine web che potrebbero dare la risposta alla nostra domanda.

La SEO semplicemente permette a Google di comprendere al meglio cosa trattiamo e quando questo viene fatto bene, possiamo diventare la prima soluzione offerta da Google.

Perché aumentare la visibilità oggi

Le operazioni riguardanti la SEO, richiedono di norma dai 3 ai 6 mesi per vedere i primi risultati. Per esempio se oggi faccio un’attività SEO, i primi risultati potrei vederli a fine Giugno.

Questo vuol dire che partire oggi a sviluppare l’ottimizzazione per i motori di ricerca permetterà di essere visibili subito dopo il Coronavirus.

Se volessimo aspettare il dopo Coronavirus? Beh, ipotizziamo che tutto finisca per fine Aprile e le attività riprendano velocemente la produzione. La prima cosa che faranno sarà investire nell’acquisire nuovi clienti, quindi in molti investiranno nella SEO.

Così facendo tutti investiranno nello stesso momento e solo chi ha grandi risorse economiche riuscirà a trarne profitto.

Investendo adesso invece possiamo, anche se con piccoli budget, ottenere grandi risultati anticipando le mosse delle grandi aziende, raggiungendo per primi la visibilità su Google, quindi clienti.

SEO: Primi su Google

Come si può allora essere più visibili e raggiungere la prima posizione su Google?

Dobbiamo creare dei contenuti che rispondano veramente alle esigenze del pubblico.

Immaginiamo di aver la necessità di acquistare una nuova macchina fotografica, quindi la
prima cosa che facciamo è di effettuare una ricerca su Google per scoprire quale macchina fotografia sia più consigliata in base alle nostre necessità.

Google cercherà di offrirci una serie di contenuti che vadano a rispondere a quello che noi stiamo cercando. Lo scopo di Google è quello si di rispondere alla domanda, ma allo stesso tempo, cerca di non farti più cercare la stessa cosa. L’obiettivo è quello di rispondere alle nostre necessità al primo colpo.

Quindi se sto cercando una macchina fotografica e alla prima ricerca trovo già quello che mi interessa, Google continuerà a mostrare sempre quei risultati, perché funzionano.

Quindi cosa dobbiamo fare per essere primi su Google? Offrire la migliore soluzione che risponda in maniera precisa alle necessità di chi cerca su Google.

SEO: Da dove partire

La prima cosa da fare, prima di iniziare a scrivere i contenuti è comprendere come è strutturato il mercato, quali domande pongono gli utenti su Google.

Per questo motivo è fondamentale effettuare una ricerca di mercato, un’analisi di mercato.

L’analisi mi deve dire:

  • come sono posizionato su Google
  • che tipo di ricerca fanno gli utenti
  • con che frequenza ricercano e quando
  • ci sono concorrenti? Come sono posizionati?
  • che tipo di investimenti devo fare per diventare visibile?

Questa è l’analisi che dobbiamo fare, e questa ci aiuta a raggiungere i nostri obiettivi che ci siamo imposti.

Vuoi saperne di più? Visita la nostra pagina dedicata: Analisi di mercato

Leonardo Galtarossa – Boost Web Agency – Agenzia web a Padova.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here