Rincaro energia: 5 consigli utili per risparmiare, scegliendo il giusto fornitore

0
37
5-consigli-utili-per-risparmiare

Per arginare il caro bollette esistono diverse soluzioni che possiamo mettere in pratica per risparmiare sui consumi, prestando attenzione anche alla scelta del giusto fornitore

Negli ultimi mesi si è assistito a un aumento esponenziale delle bollette di luce e gas, un rincaro che proseguirà anche almeno per i primi mesi del 2022, andando a causare un forte disagio in milioni di italiani. Esistono però delle soluzioni pratiche che permettono di risparmiare energia e ridurre i consumi domestici.

1 Scegliere il giusto fornitore

Le bollette rappresentano un investimento importante nel bilancio familiare di ogni famiglia, per questo scegliere la migliore tariffa di luce e gas più adatta alle nostre esigenze è molto importante e può permetterci di ottenere un risparmio notevole sulla spesa della bolletta. La scelta del fornitore di luce e gas più adatto alle nostre abitudini di consumo non è da sottovalutare, specialmente se siamo in cerca delle compagnie luce e gas più convenienti.

Ci sono diversi trucchi che possiamo osservare per ridurre il costo delle bollette e una soluzione è quella di cambiare il fornitore di luce e gas, selezionandone uno appartenente al mercato libero. Mentre nel mercato tutelato i prezzi sono stabiliti da ARERA e modificati ogni 3 mesi in base alle oscillazioni di mercato, nel mercato libero sono i fornitori a stabilire il prezzo dell’energia in un regime di libera concorrenza. Una buona soluzione per arginare il caro bollette è selezionare un’offerta luce e gas a prezzo bloccato per i prossimi 12 mesi. Qualora invece si appartenga già al mercato libero è possibile confrontare le offerte di luce e gas e trovarne una che meglio risponda alle nostre esigenze energetiche. Se ci stiamo trasferendo in un’abitazione dove non è presente il contatore di luce e gas dovremo contattare il fornitore e procedere con un subentro delle utenze.

Se invece dobbiamo solo modificare l’intestazione del contratto di fornitura , l’operazione da fare è quella della voltura.  Tramite l’operazione della voltura vi è il passaggio da un cliente all’altro senza l’interruzione della fornitura.

Se invece vogliamo istallare una nuova connessione internet domestica, dovremo confrontare le migliori offerte internet proposte dai diversi operatori telefonici presenti sul mercato: prima di istallare una connessione internet veloce, sarà opportuno effettuare una verifica della copertura della fibra presso l’ abitazione.

2 Scegliere elettrodomestici efficienti e lampadine a basso consumo

Oltre il 30% del costo della bolletta è imputabile all’utilizzo degli elettrodomestici: per questo è necessario fare molta attenzione alla classe energetica e come li utilizziamo nell’ambiente domestico. Gli elettrodomestici di classe energetica alta (da A a A+++) sono sicuramente i i modelli da prediligere, in quanto permettono di ottimizzare notevolmente i consumi (poiché richiedono meno energia per il loro funzionamento) abbassando il costo della bolletta. Anche dotarsi di lampadine al LED e lampade fluorescenti è un ottimo modo per risparmiare sulla bolletta della luce, perché permettono di diminuire notevolmente il consumo di energia.

3 Utilizzo di elettrodomestici e illuminazione

Oltre alla scelta del giusto modello di elettrodomestico occorre prestare attenzione anche alle sue modalità di utilizzo. Per risparmiare energia è sufficiente adottare piccoli trucchi come far partire la lavatrice o lavastoviglie solo quando sono a pieno carico, preferire un ciclo eco, impostare una temperatura dell’acqua più fredda (30°-40°) e attivarli durante le ore serali e nei weekend (se si appartiene al regime biorario). Allo stesso modo anche spegnere sempre le luci e le ciabatte inutilizzate e non lasciare mai dispositivi elettronici in stand by sono piccoli accorgimenti che permettono di evitare inutili sprechi di energia.

4 Attenzione alla temperatura interna

La bolletta del riscaldamento può pesare spesso sulle finanze familiari ma ci sono alcune semplici soluzioni per ridurre il costo della bolletta. Mantenere una temperatura interna più bassa, intorno ai 18°- 19°, avere un isolamento termico efficace, bloccare gli spifferi e non coprire mai il calorifero sono accorgimenti pratici che permettono di evitare gli sprechi di energia e contribuiscono ad aiutare il pianeta.

5 Tenere traccia dei consumi

Conoscere quanto si consuma è il primo passo per capire dove si può intervenire e risparmiare. Se vogliamo tenere traccia di quanto consumiamo in casa, esistono molte applicazioni gratuite da scaricare sul nostro smartphone in grado di fornirci le statistiche in tempo reale relative ai consumi dei nostri impianti domestici. Per risparmiare acqua in casa, possiamo applicare un riduttore di flusso ai rubinetti, ottenendo un risparmio fino al 30% sul consumo idrico. Sfruttare la tecnologia smart dei termostati intelligenti, ci garantisce un’ottimizzazione dei consumi, calibrando in automatico la temperatura interna, riducendo gli sprechi di calore.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here